La Controriforma cattolica nel XXImo secolo
Print Friendly, PDF & Email

XXIV CONGRESSO DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA MARIANA INTERNAZIONALE

LA MADONNA DI FATIMA E
IL VATICANO II : DISACCORDO TOTALE

di frà Francesco di Maria degli Angeli

LA MADONNA  COLPITA AL TALLONE

L’8 settembre, il Congresso doveva infine trattare, in piena sessione, del contenuto delle rivelazioni di Nostra Signora, con una conferenza sulla devozione al Cuore Immacolato di Maria, dunque sull’essenziale del messaggio, il segreto del Segreto, come scrive l’abate di Nantes.

Aspettavamo questa conferenza con una certa anzia sapendo che poteva e doveva essere una tappa decisiva di questo Congresso per svelare ed esporre i disegni di nostro Padre Celeste.

Ora, in questa festà della Nattività della Santissima Vergine, la Madona non fu onorata, laudata, onorificata, ma « morsa al tallone », precisamente dalla religiosa che pronunciava questa conferenza, e Essa lo fu nello stesso luogo dove Essa è apparsa nel suo Corpo glorioso per rivelare il mistero del suo Cuore Immacolato ed annunciare la sua finale vittoria sul Principe di questo mondo !

BESTEMMIE

Suor Luca Maria Ritsuko Oka, religiosa giapponese, membro dell’Academia pontificia mariale, ha studiato a Roma, all’università pontificia Marianum, dove il suo professore di teologia fu il Padre Salvatore M. Perella, o.s.m. preside del Marianum. Questa giovane religiosa ha reso un omaggio molto forte al suo professore, presentandolo come « uomo saggio », il suo imparagonabile maestro, con il quale essa é rimasta sempre molto legata.

Ora, il Padre Perella a fatto naufraggio nella fede, come l’ha dimostrato fra Bruno di Gesù Maria, denunciando nel suo articolo pubblicato nell’OSSERVATORE ROMANO del 2 – 3 giugno 2008, sotto il titolo “ UN DONO OECUMENICO DA ACCOGLIERE E COMPRENDERE : L’IMMACOLATA, PATRIMONIO DELL CRISTIANESIMO ”  :

« Ecco la bestemmia che ha scritto di propria penna questo professore di teologia :

« “ I credenti sono invitati a non dimenticare un fatto importante, che la Madre del salvatore é stata segnata dal peccato originale. ”

« ANATHEMA SIT ! » (ESSI E RISORTO n° 73, settembre 2008, p.1).

Avendo assimilato gli insegnamenti di suo maestro, suora Oka é arrivata persino lei a perdere la fede nell’Immacolata Concezione. Essa afferma :

«  Il messaggio di Fatima è veramente quello del Vangelo di Gesù, che esige la conversione radicale del cuore. Una conversione della quale, di una maniera unica e piena, testimonia la persona di Maria, Madre di Gesù. » (manoscritto, p. 50).

Se l’Immacolata Concezione ha dovuto convertirsi, è che non era perfetta fin dalla Sua Concezione ! Essa non aveva una virtu innata ed infusa, dunque Essa non è l’Immacolata Concezione, e ancora meno « del Cielo » (Nostra-Signora di fatima, 13 maggio 1917).

BESTEMMIA !

La religiosa giapponese cambia la devozione nel Cuore Immacolato di Maria in un « invito a diventare puro di cuore, come Maria… con Maria », dunque a seguire Maria nella sua conversione, « per la piena realizzazione dell’ “ uomo nuovo ” ». Si tratta di diventare « come Maria, la sorella universale, capace di intrecciare con tutti, al di là dalla religione (sic), dalla cultura, dall’etnia, dalla condizione sociale, dei rapporti sinceri di fraternità ». (p. 3)

Mentre Essa non smette di mettersi riferirsi agli insegnamenti di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, suora Oka manifesta una conoscenza molto superficiale delle rivelazioni di Fatima. Essa ignora tutto della vita e degli scritti di suor Lucia, senza mai citare le sue MEMORIE, nè le lettere ai suoi Direttori, nè i suoi colloqui, neanche i suoi APELLI DEL MESSAGGIO. Essa non ha nemenno citato il santo Maximiliano Kolbe, benchè appartenga alla congregazione delle suore francescane della Militia Immaculatae.

Essa falsifica la domanda di consacrazione della Russia in una richiesta di « consacrazione del genere umano ed, in un modo particolare, dalla Russia. » (p. 38) che Pio XII e Giovanni Paolo II avrebbero fatta, quello che provocherebbe il crollo dell’ UDSSR, vale a dire la conversione della Russia ! ?

Questo é l’interpretazione “ ufficiale ” e piena di mensogne di questi avvenimenti, imposta da giovanni Paolo II dal 1990.

L’esplosione dell UDSSR e la fine delle persecuzioni conto la Chiesa ordtodossa russa non hanno pertanto niente a che vedere con le promesse di Nostra Signora.

Quando Essa promette solennemente che « la Russia si convertirà », Essa annuncia che la Russia diventerà nei propri capi e proprie istituzioni una nazione cattolica. L’idea di una libertà religiosa che sarebbe benefica è totalmente estranea alle rivelazioni di Fatima, e contraria al regno sociale dei santi Cuori di Gesù e Maria.

Sarà il miracolo della conversione di questa nazione, del suo ritorno nell seno della Chiesa cattolica, dopo tanti secoli di separazione, grazie alla consacrazione solenne al Cuore Immacolato di Maria, che manifesterà l’omnipotenza dalla Regina del Cielo e dalla terra, e stabilirà nel mondo la devozione reparatrice al Cuore Immacolato di Maria. Questo grande disegno divino di onorare ed esaltare l’Immacolata come non fù ancora mai, non s’accorda affatto con gli orientamenti, lo spirito e gli atti del Concilio Vaticano II. Bisogna appartenere alla Contro-Riforma Cattolica per entrare in tale prosptettiva e aderirci.

BATTAGLIA SCONFITTO

A fine conferenza, le domande su piccoli pezzi di carta sono raccolte in due cestini e portate presso alla tribuna. Padre Battaglia, seduto sulla sinistra, ne prende una ed incommìincia a sfogliare le carte. « Le domande sono numerose  », dice, visibilmente sorpreso e contrariato.

Il moderatore africano, al centro, avendo davanti a lui l’altro cestino, prende un primo pezzo di carta : « In che cosa consiste il trionfo del Cuore Immacolato di Maria ?  »

Suora Oka mormora : « Non lo so ! Io non lo so ! »

ll moderatore prende un altro pezzo di carta : « A proposito della consacrazione della Russia, il Santo Padre Giovanni Paolo II aveva delle reticenza per effetuarla »… Padre Battaglia interrompendo la lettura per impedire al moderatore di porre la domanda, dice : « Ci sono molte domande sullo stesso argomento  ».

« Dobbiamo ragrupparle per fare una sintesi. » Da parte sua, suor Luca Oka confessa : « Non so proprio che cosa dire. »

Allora, il moderatore mettendo le mani nel cestino prende un altro pezzo di carta : « Nel 1917, a Fatima, e nel 1929, a Tuy, Nostra Signora ha chiesto la consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria. Nostro Santo Padre il Papa Francesco non potrebbe adempiere la consacrazione singolare della Russia per il centenario degli apparizioni ?  »

Il moderatore risponde : « Il Papa la farà o non la farà ? Egli soltanto lo sà.  » 

Prendiamo nota che lui ha stroncato la domanda. Avevo scritto questo quesito, scrivendo anche : « Giovanni-Paolo II ha soltanto fatto delle consacrazioni del mondo, cosa che non risponde alla richiesta di Nostra Signora. »

Nello frattempo, Padre Battaglia continua a pescare nel cestino con il resto delle domande scritte, e sembra esasperato. Ecco il tipo di domande che mette da parte : « Cosa pensate dell’interpretazione del Segreto data dall’abate Georges de Nantes : “ Alla fine, mio Cuore Immacolato trionferà del cuore del Santo-Padre che mi consacrarà la Russia.. ”  ?

Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria non sarrebbe prima di trionfare delle resistenze del cuore del Santo Padre ?

Il moderatore legge con ingenuità una nuova domanda senza mostrarla prima al preside : « La novità della devozione al Cuore Immacolato di Maria chiesta a Fatima e a Pontevedra con la devozione di San Giovanni Eudes sarebbe la riparazione delle offese attualmente commesse contro il Cuore Immacolato di Maria, particolarmente dei peccati contro la fede, come la negazione della sua Mediazione universale ?  »

Suor Oka : “ Non ho voluto entrare in questo discorso… Il concepimento immacolato è il simbolo del perdono di Dio che non ci abbandona. Infatti l’Immacolata, è la persona nuova. »

Il moderatore prende il seguente pezzo di carta nel suo cestino : « Il trionfo del Cuore Immacolato di Maria non è ancorà avvenuto. E così perchè la Russia gli è stata consecrata ? »

Padre Battaglia fa vedere la Sua grandissima contrarietà… mentre la religiosa giapponese farfuglia, con un discorso molto tritato, in cattivo italiano : « Io credo che il trionfo del Cuore Immacolato di Maria sia un invito alla nostra propria conversione. A mio avviso… Probabilmente… Noi dobbiamo capire che… seguire Cristo, non è sognare di una fantastica vittoria. »

Padre Battaglia, essendo sempre più insoddisfatto, interviene per una messa a punto : « Ci sono delle domande che non corrispondono al tema trattato da suor Oka. Non é previsto di fare petizioni alle autorità ecclesiastiche (per domandare la consecrazione della Russia). Questo non rientra affatto negli obbiettivi di questo Congresso. L’interpretazione della consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria esce dalla tematica che abbiamo deciso di trattare.  »

Nella sala, alcuni sacerdoti, in particolari spagnoli, comminciano ad agitarsi, altri anche ridono. Questa seduta é cosi grottesca : il presidente destabilizzato, nel panico alla lettura di piccoli pezzi di carta !

Ma non era il caso di ridere. La cosa era veramente tragica : la Vergine Maria ama la Russia, Essa vuole salvare, convertire la Russia. Ed è l’avversario che non vuole che si parli di questo. Noi assistiamo in diretta alla « lotta diabolica contro il messaggio », per usare una frase di Suor Lucia.

Il moderatore : « Ancora una domanda sul rapporto fra il Cuore Immacolato di Maria e la riparazione. Suor Oka, avete qualcosa da dire ? »

No, non ci dirà niente, assolutamente niente sulla riparazione.

Padre Battaglia ha deciso di porre fine, e rinuncia a fare la « sintesi » delle domande ed a risponderci ! Egli chiude il debattito avvertendo che «  Come presidente della pontificia Accademia Mariale, dichiara che queste domande escono dalla tematica del Congresso. Se volete delle risposte… vi invito a prendere contatto con specialisti di Fatima , ce ne sono qui nel santuario, e anche a comprare libri alla libreria.  »

Quali specialisti ? A Fatima, non ci sono più specialisti che dicono la verità dopo la morte del Padre Joaquim Alonso.

Quali libri ? La biografia ufficiale di Suor Lucia, UN CAMINO SOTTO LO SGUARDO DI MARIA ?

Ben in vista nella libreria del Santuario, questa biografia contiene almeno tredici omissioni o falsificazioni (COMLPLOTO CONTRO LA MESSAGGERA DEL CIELO, in EGLI E RISORTO n° 144, ottobre 2014, p. 21-30).

NOSTRO INCONTRO
CON IL CARDINALE MARTINS

L’8 settembre 2016, alle ore 17, sono stato ricevuto in udienza, con un’amico falangista, dal cardinale José Saraiva Martins, accompagnato dal suo segretario, nel parlatorio della casa Maria das Dores.

Mi presento : « Appartengo alla congregazione degli Piccoli Frati del Sacro cuore, fondata dall’abate Georges de Nantes. » E vengo subito alla nostra richiesta : « Studio le rivelazioni di Fatima e la vita di suor Lucia da quasi 30 anni, compiendo questo lavoro nell’obbedienza e per obbedienza. Ho pubblicato vari libri fra i quali una biografia di suor Lucia. Nella nostra congregazione siamo convinti che i Papi non hanno mai risposto alle domande di Nostra Signora di Fatima. Abbiamo la certezza che la consacrazione della Russia non è stata fatta come lo voleva Nostra Signora.  »

Dopo questo espongo le altre domande della Santissima Vergine non ancora sodisfatte : L’approbazione della devozione riparatrice dei primi sabato del mese, la festa liturgica del Cuore Immacolato di Maria che deve essere elevata al livello di festa solenne, il riconoscimento del rosario come preghiera liturgica.

«  Avete già parlato di Fatima con il papa Francesco ?

 – No, mai.

– Potete far sapere queste domande al Santo Padre ?  »

La risposta e categorica : «  No. Se fossi in voi, scriverei tutto quello che avete detto oggi a me, al cardinale Parolin, segretario di Stato. » – « Ma non pensate che questa richiesta, essendo presentata da un cardinale come Lei, avrebbe più peso nella mente del Papa che se essa è presentata da uno povero religioso come me ? » – « No, tocca a Lei scrivere. » – « Ma che ne pensa Lei di queste domande ?-

«  Capisco bene il vostro problema. Per quanto riguarda la consacrazione della Russia, è una questione difficile. Il motivo per il quale Giovanni Paolo II ha consacrato il mondo è politico : Egli non poteva parlare della Russia, il contesto politico non lo permetteva. Per questo mottivo egli ha consacrato il mondo… che include la Russia.  »

Il cardinale fa a questo momento un incantevole sorriso e un grande gesto circolare con sue mani.

Li riccordo il pensiero di Suor Lucia che diceva alla Signora Pestana nel marzo 1984  : « Questa consacrazione del mondo non può avere un carattere decisivo. La Russia non appare nettamente l’unico oggetto dalla consacrazione ».

«  Il mottivo è politico » mi risponde il cardinale. « Allora bene ! Bisognerebbe che il Papa cambi politica, adopperando la politica della Santa Vergine. » – « Ma la Russia è compresa nel mondo, che è stato consacrato.  »

Li ricordo le conseguenze del rifiuto dei Papi : la perdita delle anime, di tante anime, la guerra dapertutto… Il cardinale sembra non tenerne gran conto.

« Eminenza, ho altre cosa da direle : Il congresso si svolge in maniera scandalosa. Le domande poste dall’assistenza sono troncate.  »

Io do l’esempio della domande che ho fatte a padre Cristino. Il cardinale non risponde niente.

Continuo : « Questo Congresso è affare di briganti. Oggi in matinata, Padre Battaglia ha voluto mettere da parte quasi tutte le domande. La

Conferenziera non era in grado di rispondere a queste ultime. Padre Battaglia ha dichiarato decisivamente che il Congresso non trattava della Consacrazione della Russia. Dovreste invece intervenire come inviato speciale del Santo Padre.

-No, ma bisogna invece scrivere all’ Academia Pontificia Marianum, a Roma. Saranno allora obbligati a rispondere.

-Ma, a chi mi devo rivolgere ?

-Al presidente della PAMI.

-Ma Padre Battaglia è qui, a Fatima, è stato lui ad organizzare il
brigantaggio. »

Nostro amico : « Voi l’avete visto sta mattina sul palco… E davanti a noi ; è lui che tronca o scarta le domande ! Voi siete testimoni di questo, Eminenza !

– Allora scrivete al Segretario di Stato.

– Ma, Eminenza, le lettere sono classificate o buttate nel cestino. Siete deciso ad informare Papa Francesco della disonestà del Presidente della PAMI ?

– ll Congresso ?… lo racontero « grosso modo  ».

– Eminenza, è una vergogna che il Papa non sia meglio informato dai Suoi cardinali. ”

A questo punto inizio la conversazione su Suor Lucia. Mi risponde : «  Io, la vedevo una volta a l’anno, il 16 di Luglio, all’occasione della messa che celebro al Carmelo di Coïmbra.  »

Il cardinale raconta allora cose divertenti, come la prendeva gentilmente in giro dichiarando che essa era la sua piccola segretaria.

«  Avete per caso parlato con Suor Lucia della consacrazione della Russia ?

– No, non ho mai parlato di questi temi con Lucia.

– Da parte mia, ho racolto sue testimonianze attraverso le dichiarazioni di suoi cari. Essa ha affermato il 25 marzo 1984 che la consacrazione delle Russia non era stata fatte come lo voleva la Santa Vergine.

– Vedo bene il vostro problema : Scrivete alla Segretaria di Stato.

-Eminenza, non vollete essere il nostro ambasciatore presso Papa Francesco ?

– No. ”

Gli orologi del cardinale Martins, del presidente della PAMI, della autorità del Santuario di Fatima si sono spenti nel 1989, quando Papa Giovanni Paolo II aveva dato strette istruzioni per non essere « disturbato » in futuro con la domanda di consacrazione delle Russia, come diceva il vescovo di Fatima, Mons. do Amaral.

RIFUGIATI NEL
CUORE IMMACOLATO DI MARIA.

Uscendo da questo incontro, ci siamo ricordati di tanti infruttuosi innumerevoli sforzi di Suor Lucia presso le autorità della Chiesa : Essa provava in sua anima il grande dolore del Cuore Immacolato di Sua carissima Madre del Cielo, afflita di vedere cadere tante anime in inferno, e di vedere che cadono, e che la colpa è quella dei ministri di Suo Divino Figlio, indifferenti e persino ostili alle Sue richieste.

Quando ascolteranno le lamentele di Nostro Signore e di Nostra Signora, supplicando di aprire i loro occhi verso la luce e di tornare indietro dalle loro mancanze che portano loro sul brutto cammino dalla perdizione ?

«  Dio, osservava suor Lucia, grida nel cuore del’uomo spezzato di tante miserie, carestie, morte, delusione e sofferenze che lo spezzano. Ma accecata dalle passioni, l’umanità non vuole ascoltare la voce di Dio che grida nell’orecchio in tanti modi diversi ed innumerevoli modi.

«  Dico che grida, e purtroppo la Santa Scrittura e l’IMITAZIONE DI GESU CRISTO dicono che Dio parla nel segreto e la solitudine. Oggi, mi sembra che il Signore gridi, ma che, anche quando grida, non è ascoltato.

«  Oh ! Dove è quello chi ci otterrà la grazia che Dio sia ascoltato ? » (1° novembre 1943)

Da parte nostra, rifugiati nel Cuore Immacolato di Maria, non cessando di implorare le grazie della Sua onnipotente Mediazione, abbiamo continuato la missione della Sua fedele inviata, dando un fedele echo alle Sue richieste, ad un punto tale che, nell’ ultima giornata del Congresso, le autorità del Santuario hanno dovuto finalmente mobilizzare la polizia dello Stato Portoghese per chiudere tutte le communicazioni tra il Cielo ed i poveri essere umani ! Volevanno ad ogni costo impedire al messagio celeste di conquistare lo spirito ed il cuore dei congressisti.

(Da seguire)